Il contesto di cui si pubblicano le scansioni 3D è quello della torre di Montecorvino (FG) oggetto ormai d’indagine sistematica da parte dell’Università degli Studi di Foggia dal 2008.
Il PDF3D non è solo una forma di visualizzazione, ma consente all’utente una vera e propria interazione quasi ‘reale’ perché l’oggetto è ‘navigabile’, cioè offre la possibilità di consultarlo, di misurarlo, di scorgere dei particolari interessanti; permette inoltre di ottenere interattivamente sezioni trasversali e di impostare varie forme di effetti di luce, di colore, di visualizzazione.

NB: per visualizzare i modelli 3D è necessario installare Acrobat reader

USM 118


Prospetto Est


Dall'analisi dettagliata ed effettuata sul paramento, si e' riscontrato che la muratura a partire dal piano di campagna no ad una quota di 10,30 m, si presenta omogenea, ed e' stata definita USM 118. La cortina muraria e' costituita da blocchetti e bozze di piccole e medie dimensioni, intervallate da blocchi di dimensioni
pi grandi, generalmente raggruppati e disposti a ancati. I filari si presentano piuttosto irregolari, vista la variet √†dimensionale dei materiali impiegati, e generalmente disposti in senso orizzontale anche in corrispondenza delle numerose buche pontaie presenti su tutta la parete. Forte e' la presenza di zeppe lapidee, le quali spesso danno inizio a veri e propri corsi, anche se il pi delle volte interrotti e non continui. Si e' notato che nella parte centrale della muratura, ad una quota di 4 m, i blocchi lapidei, pur avendo lo stesso modulo, presentano giunti e letti di posa pi stretti, con scarsa presenza di zeppe lapidee, rendendo la muratura molto compatta ed uniforme. Si e' verificato per che prendendo come campione l'altezza di tre corsi pari ad un altezza di 35 cm e campionandola all'interno di tutta la muratura dell'USM 118, essa non varia, ma si ripete come modulo e quindi quest'area si connota come una sacca muraria, dove si ravvisa una concentrazione maggiore di blocchi aventi lo stesso modulo. Nella medesima USM, inoltre, vi √® un'ampia area lacunosa, caratterizzata da malta abbondante, che impedisce la lettura e l'interpretazione delle murature. Nell'USM si leggono 19 buche pontaie (da FA 1 a FA 19). L'angolo N/E del parametro e' costituito da cantonali di diverse dimensioni, alternati, ben squadrati, con facciavista lavorata con grosse punte; i cantonali sono realizzati con uno o due blocchi su ciascun lare. Nella parete S/E del muro la lacuna consente l'osservazione del nucleo del muro, costruito "a bancata" con abbondante impiego di malta.


USM 118
Comments
Creative Commons License
archeO3D by LAD - Unifg is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported License.